Partorie alla Città di Roma:

la Casa di cura Città di Roma è una delle strutture storiche polispecialistiche della capitale ed uno dei principali centri nascita della città. Partorire alla Città di Roma è credere che il parto sia un evento unico e irripetibile nella vita di una coppia e che sia possibile far nascere il proprio figlio in una struttura sicura, tecnologicamente all’avanguardia, ma che nel contempo metta al primo posto i rapporti umani. Da più di 15 anni il nostro motto è “non il parto a casa ma la casa in ospedale”.

Ci impegniamo a favorire un contatto quanto più precoce e prolungato tra mamma e bambino, a sostenere l’allattamento al seno e le cure al nuovo nato. Il papà ha la possibilità di assistere alla nascita e alle cure del proprio bambino in sala parto, così come in sala cesarei e in reparto.

La mamma può scegliere se tenere il bimbo in camera (rooming-in) oppure affidarlo al nido a seconda delle sue condizioni o delle sue esigenze.

La struttura è dotata delle più moderne attrezzature per partorire in sicurezza: monitoraggi materno-fetali, area parto sereno, sale operatorie dedicate per il taglio cesareo programmato e di urgenza, centro di patologia neonatale con terapia sub-intensiva; vi è inoltre una unita di terapia intensiva per le emergenze che riguardano la mamma

Il reparto di ostetricia, diretto dal dott. Massimo Di Venanzio; il reparto al quarto piano è convenzionato con il SSN ed è composto da camere a uno o due letti, recentemente ristrutturate, con bagno interno, aria condizionata, fasciatoio fornito di tutto il necessario per le cure del neonato, televisore e telefono. Il reparto di ostetricia dell’ottavo piano è composto da camere private con bagno in camera, televisione, aria condizionata e divano letto per il familiare.

In sala parto, area nascita serena, abbiamo scelto di creare un ambiente accogliente, in cui tutti gli operatori della nascita si impegnano ad offrire un'assistenza competente e discreta, nel rispetto dell'intimità della coppia e del neonato, dando importanza all'evento naturale del parto ed evitando medicalizzazioni superflue. I nostri protocolli sono stati studiati alla luce di questi presupposti.

Per il travaglio ed il parto:
  • ogni box è attrezzato in modo da rendere confortevole e sicuro il percorso nascita dal travaglio al parto
  • una persona di fiducia può essere presente durante tutte le fasi del travaglio e del parto; a tal fine viene fornito gratuitamente l'abbigliamento monouso necessario
  • l’analgesia epidurale può essere richiesta in qualunque momento del travaglio
  • è possibile passeggiare, intrattenersi con i propri parenti, bere ed alimentarsi, assumere la posizione desiderata durante il travaglio
  • la donna può ascoltare musica da lei preferita
  • la donna può decidere, in accordo con l'equipe ostetrica, la posizione per l'espletamento del parto (lettino, sedia olandese, fianco)
  • l'episiotomia non è per la nostra equipe una pratica routinaria, ma è prevista solo in casi di effettiva necessità.

 

La posizione assunta dalla madre durante il travaglio di parto è determinante al fine di favorire la naturale progressione del feto nel canale del parto. Il modo migliore per partorire è quello di fare assumere alla donna posizioni naturali.

 

La nostra struttura incoraggia l’assunzione delle posizioni verticali durante il travaglio: una volta effettuata l’analgesia epidurale la donna può passeggiare nel corridoio e parlare con i parenti.

Il monitoraggio cardiotocografico può essere eseguito non solo a letto, ma anche stando comodamente sedute sul pallone e sul cuscinone.

La donna viene spesso incoraggiata ad assumere posizioni alternative al momento del parto. Questo posizione favoriscono l’efficacia delle contrazioni e delle spinte materne, favorendo un parto spontaneo con minor frequenza di ricorso all’episiotomia.

Il nuovo tipo di analgesia epidurale praticata nella nostra struttura (Tecnica PIEB) è perfettamente compatibile con la deambulazione e con qualsiasi posizione la donna voglia assumere sia durante il travaglio che durante il periodo espulsivo e al momento del parto

Il servizio di anestesia di Città di Roma, diretto dal professor Giorgio Capogna, è uno dei dipartimenti italiani di riferimento per l'analgesia e l'anestesia in ostetricia.

È stato accreditato dalla Società Europea di Anestesiologia come uno dei migliori centri europei per l'apprendimento di questa materia e abilitato al Fellowship Programme dell'European Society of Anaesthesiology. papà può accedere al reparto dalle 8 alle 22 senza alcuna limitazione.


Per una più ampia visione del dipartimento materno infantile della Città di Roma:

www.partorireacittadiroma.it


Dopo il parto:

La sala parto serena permette l'incontro e la conoscenza della coppia con il neonato, primo passo per la formazione della nuova famiglia :

  • favorendo il contatto pelle a pelle tra mamma e neonato subito dopo il parto
  • ritardando il clampaggio del cordone ombelicale quanto possibile
  • permettendo al papà di assistere al primo controllo pediatrico e al bagnetto del neonato
  • lasciando il neonato nella sala parto con la mamma nelle ore successive al parto, favorendo così il primo contatto per l'allattamento al seno.

 

Il papà può accedere al reparto dalle 8 alle 22. Sarà loro chiesto di allontanarsi in alcuni momenti della giornata come in occasione delle pulizie, della visita clinica o ogniqualvolta sia necessario rispettare la privacy delle persone ricoverate.

I parenti, le sorelline e i fratellini sono i benvenuti tutti i giorni dalle ore 11 alle 13 e dalle ore 16 alle 19.


Cosa portare per il ricovero:
  • I risultati di tutti gli esami (emato-chimici, ecografie, ECG, ecc.) effettuati nel corso della gravidanza compresa la scheda della visita anestesiologica con il consenso informato per l’anestesia peridurale.
  • Un documento di identità valido in originale con 4 fotocopie.
  • La tessera sanitaria in originale con 4 fotocopie.
  • 4 fotocopie di un documento di identita valido del papà del neonato.

 

Per la mamma:

  • 4 camicie per il parto
  • 4 mutandine a rete
  • 1 pacco di assorbenti igienici svedesi
  • 1 vestaglia 1 paio di pantofole 2 paia di calzini
  • Occorrente per la toilette personale
  • Per il bambino:
  • 4 body o magliette a maniche corte
  • 4 vestitini di lana o cotone
  • 4 calzini di lana o cotone
  • 3 asciugamani
  • 2 cappellini di cotone

Corso di preparazione alla nascita e alla genitorialità

Incontri atti a favorire il protagonismo della coppia nella conduzione della nascita e del puerperio. Gli incontri sono aperti alle signore in attesa. Una volta ogni due mesi si effettua un incontro specifico per la preparazione dei futuri nonni. Gli incontri vengono svolti con personale specialistico.


Corso di accompagnamento al parto

Scopo dei corsi è offrire alla Gestante il supporto per giungere al parto preparata e serena attraverso incontri con gli Specialisti della Clinica sulle tecniche di rilassamento psicofisico, sulle norme igieniche da seguire durante la gravidanza e le precauzioni specifiche del’ultimo mese di gravidanza, sui meccanismi del dolore da parto e l’anestesia epidurale. Sono trattati anche altri importanti argomenti quali l’allattamento al seno ed i disturbi dell’umore in gravidanza e post – partum.


Indietro
li {margin-left: 20px;}